Voglia di cultura

 

Abele Lavoro oltre ad essere un’impresa, vuole essere l’incontro tra progettualità, volontà di cambiamento, aspirazioni sociali.

È intreccio tra la conoscenza nata dall’esperienza di chi lavora nel sociale e di chi studia.

È identità di chi non vuole lasciare che il lavoro gli scivoli accanto, ma tiene sempre accesa l’attenzione al senso del proprio operato.

Ecco quindi “La proposta culturale”: gli editoriali di Abele Lavoro, che condensano una riflessione collettiva del Consorzio e della sua rete.

L'editoriale di Abele Lavoro

Chi prende in giro
il Terzo settore

L’EDITORIALE

Fare cultura, innovare e mantenere fede alla propria vocazione trovano una sintesi in questa proposta ed è quello che cercheremo di fare sempre nel nostro editoriale.

Georges Tabacchi e Gianfranco Marocchi

Chi prende in giro il Terzo settore

La priorità: sviluppare una cultura che riconosca l’impresa sociale come protagonista dell’interesse generale.

Ricostruiamo il Paese! Sei proposte a costo zero per rafforzare le infrastrutture sociali

Un appello già sottoscritto da oltre 300 imprenditori sociali e rispetto al quale è aperta una sottoscrizione, con sei proposte concrete e a costo zero per evitare che le imprese sociali, tra le infrastrutture portanti del nostro Paese, siano travolte dalla crisi.

Inserimento lavorativo: ideologie, miti, inconsapevolezze. E possibili direzioni

L’ideologia di ritenere che basti il mercato a sostenere l’inserimento lavorativo di qualità. Il mito che basti sbandierare le buone prassi per rilanciare la cooperazione. L’inconsapevolezza circa le evoluzioni dell’esclusione lavorativa. Ma, accanto a tutto ciò, la capacità del Manifesto di sviluppare alcune proposte concrete. Di qui si può ripartire.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial